/*fontawesome*/

Perché adottare un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo.

18 Luglio 2022

231

Condividi

Perchè adottare un modello di Organizzazione, Gestione e Controllo: riflessioni a latere di un articolo su Il Sole 24 Ore.

5 dati da evidenziare in riferimento all’articolo de Il Sole 24 Ore

Perchè adottare un modello di Organizzazione, Gestione e Controllo è la domanda che si pone il giornalista nell’articolo comparso su Il Sole 24 Ore del 6 giugno 2022. Prima di rispondere è opportuno prima di tutto evidenziare 5 dati:

  1. la prevalenza delle s.r.l. nel mirino delle Procure;
  2. su 53 società processate che hanno adottato il modello, 23 sono state prosciolte, mentre 27 sono state colpite da sanzione, quindi in caso di rinvio a giudizio  si ha praticamente il 50% di possibilità di essere prosciolti se si adotta un MOG;
  3. al contrario, delle 94 società processate che non hanno adottato il modello, solo 29 sono state prosciolte, mentre ben 63 hanno subito una sanzione: quindi se non si adotta il MOG in caso di processo nel 70% dei casi si viene condannati ;
  4. l’ammontare più frequentemente applicato di sanzione pecuniaria va da un minimo di 35.800 euro ad un massimo di circa 100.000 euro;
  5. per quanto riguarda i reati presupposti (vale a dire gli specifici reati per i quali si può essere incriminati in base al dlgs. 231/2001), svettano i reati in materia ambientale, i reati contro la persona (omicidio colposo o lesioni colpose, gravi o gravissime) per violazione delle norme sulla sicurezza sul luogo di lavoro.

7 considerazioni su questo articolo.

  1. una prima di carattere generale, per la quale l’efficacia esimente dell’adozione dei modelli organizzativi, anche in vista di una revisione della legge con la quale si cercherà di rafforzare la funzione di tutela data dall’adozione del MOGC, consente di mettere al riparo, quanto meno, la società;
  2. l’adozione del modello organizzativo è quanto mai necessario soprattutto per le piccole imprese, che sono quelle più esposte ad una azione della Procura che può incriminarle ai sensi del D. Lgs. n. 231/2001, probabilmente anche perché ad oggi sono le realtà ancora meno sensibili a questo tipo di minaccia;
  3. infatti, i dati di cui ai punti 2) e 3)  del precedente paragrafo confermano l’utilità dell’adozione poiché le imprese che hanno adottato il modello hanno maggiore possibilità di un esito processuale positivo a fronte di quelle che non lo hanno adottato, la cui condanna statisticamente è piuttosto alta (ben oltre il praticamente il 70% di quelle processate) ;
  4. il modello organizzativo non può essere un semplice adempimento burocratico, ma deve essere redatto e formulato sulla specifica realtà aziendale, quasi come un abito sartoriale su misura e questo incide notevolmente sulle probabilità di essere processati / assolti;
  5. la sanzione è sempre alta, atteso che una forchetta che oscilla tra i 36.000 e i 100.000 euro per una piccola impresa è comunque un danno, senza escludere che nei casi più importanti le sanzioni possono essere addirittura molto più gravi, arrivando anche a divieti di contrarre o alla nomina di un amministratore esterno, per non parlare del divieto di continuare l’attività d’impresa;
  6. per quanto riguarda i reati presupposti, ossia i reati commessi dall’amministratore/titolare o da un dipendente, particolare frequenza è data dai reati in materia ambientale e dai reati per violazione delle norme antinfortunistiche;
  7. inoltre, per chi contratta abitualmente con la Pubblica Amministrazione, tutti i reati presupposti di corruzione, induzione indebita, turbativa d’asta, abuso di ufficio, espongono l’azienda ad un rischio concreto.

Vuoi saperne di più? Contattaci!

Perchè adottare un modello di Organizzazione, Gestione e Controllo: 3 considerazioni conclusive

 

  1. partendo dal presupposto che il rischio ZERO non esiste, è necessario passare da una logica di intervento a fatti avvenuti (vale a dire dopo che il reato è stato commesso), ad una logica di prevenzione che consenta quanto meno di minimizzare al massimo quel rischio;
  2. in mancanza di prevenzione, il sistema sanzionatorio è tale che può mettere in ginocchio un’azienda; infatti, mentre un processo penale a carico di una persona fisica, anche quando si conclude con una condanna, salvo i casi di reati gravi, spesso ha delle conseguenze concrete modeste, o perché scatta la sospensione condizionale della pena o perché al di sotto dei quattro anni di reclusione gli ordini di carcerazione si sospendono beneficiando dei rimedi alternativi alla detenzione, al contrario per quanto riguarda le aziende il meccanismo sanzionatorio diventa pesante e spesso insostenibile economicamente: e quindi spesso e volentieri l’azienda “salta” in conseguenza della sanzione;
  3. ne consegue che l’adozione del Modello Organizzativo di Gestione e Controllo (MOG), ormai, non può non essere considerato una priorità, quasi come se si trattasse di una polizza contro il rischio penale sull’azienda.

Ne consegue che è più che mai opportuno adottare un modello di organizzazione gestione e controllo, in funzione degli indubbi vantaggi che detto strumento reca alle aziende.

Hai trovato utile questo articolo? Hai qualche dubbio? Scrivici nei commenti la tua opinione, saremo lieti di risponderti.

– Richiedi un appuntamento –

Lo studio seleziona attentamente la propria clientela e si riserva di valutare la richiesta pervenuta garantendo comunque una risposta tempestiva

Per consultare la Privacy Policy visitare questa pagina

=

Ti potrebbe interessare anche…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *